Drogba al Milan?

Di , scritto il 15 Maggio 2008

DrogbaIl sogno dell’attaccante ivoriano del Chelsea, Didier Drogba, è quello di giocare nel Milan.

Il giovane sfiorò il trasferimento a San Siro già nell’agosto del 2006 quando venne contattato dal vicepresidente rossonero Andrea Galliani e dal capitano Paolo Maldini che incontrò proprio a Milano. In quell’occasione Drogba espresse così la propria simpatia per i “diavoli” di Milano: “Tutti i giocatori sognano di firmare per il Milan. Ho spiegato a Paolo Maldini che il Milan e’ un club di cui mi piacerebbe far parte”.  Al tempo, quando Galliani chiese all’attaccante quando avrebbe voluto giocare coi rossoneri, Drogba rispose: “quando volete, tocca a voi. Preparate i soldi e andate dal Chelsea”.

Quell’incontro causò incomprensioni tra l’attaccante e l’allora manager della squadra inglese Mourinho. Drogba, infatti, per potersi recare all’appuntamento milanese, mentì dicendo che aveva una visita dentistica. La scoperta della bugia spinse Mourinho a prendere provvedimenti e l’attaccante fu costretto ad allenarsi con le riserve fino a quando, lo scorso settembre, fu invece il manager a lasciare il Chelsea.

Ora che Mournho non c’è più e in Italia si avvicina il tempo del CalcioMercato, chissà che l’ivoriano non ce lo ritroviamo proprio con la maglia milanista.

Voi cosa dite? Sareste contenti? E’ un affare possibile? 


2 commenti su “Drogba al Milan?”
  1. matteo ha detto:

    il giocatore drogba nel 2011 nn e piu un obbiettivo del milan coe lo era nel 2006 affare impossibile troppi attaccanti presenti nella societa rossonera

  2. […] si ventilava di Drogba al Milan, sembra ancora più probabile un trasferimento del fuoriclasse del Manchester, Cristiano Ronaldo, a […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009